Siracusa – Prime assunzioni all’Asp di Siracusa

23 Dirigenti Medici firmano il contratto a tempo indeterminato

Siracusa – L’Asp di Siracusa apre il 2020 con l’assunzione a tempo indeterminato di 24 dirigenti medici a conclusione delle procedure concorsuali per le discipline di interesse. Nei locali della direzione generale hanno firmato il contratto e recitato la formula del giuramento alla Repubblica, alla presenza del direttore generale Salvatore Lucio Ficarra, dei direttori sanitario e amministrativo Anselmo Madeddu e Salvatore Iacolino, del direttore Gestione Risorse Umane Corradina Savarino, dei direttori dei reparti ospedalieri interessati, 14 radiologi, 2 neonatologi, 2 pediatri e 6 cardiologi. Di questi, 19 erano già in servizio a tempo determinato mentre i restanti 5 sono stati assunti per colmare vacanze di organico a seguito di trasferimenti per mobilità di personale verso altre aziende sanitarie ospedaliere.

Ai nuovi assunti il direttore generale Ficarra ha rivolto i migliori auguri di buon lavoro all’insegna della professionalità e, soprattutto, della dedizione verso l’umanizzazione dei servizi, ponendo il paziente con le sue esigenze al centro del sistema sanitario.

Si tratta di un ulteriore step dei concorsi banditi a giugno delle scorso anno relativamente ai profili in interesse e per i quali l’azienda, con l’impegno del settore Risorse umane, ha portato a temine in tempi celeri le relative procedure.

 E’ in itinere il concorso per 4 posti di dirigente medico di Ostetricia e ginecologia, bandito nella stessa data, mentre sono già state richieste, per le discipline di Anestesia e rianimazione (13 posti), di Ortopedia e traumatologia (2 posti) e di Anatomia patologica (2 posti), banditi nel novembre del 2019, le relative designazioni assessoriali per le commissioni concorsuali.

L’Azienda ha in corso, inoltre, il concorso per 38 posti di direttore di Unità operativa complessa in atto vacanti del ruolo sanitario, dell’area ospedaliera e dell’area territoriale nonché una ulteriore ricognizione del personale avente titolo alla stabilizzazione secondo i comma 1 e 2 dell’art. 20 della legge 75/2017, cosiddetta legge Madìa, che scade il 10 febbraio 2020.

Il 2019 si è chiuso con l’assunzione di ben 156 unità di personale per i vari comparti della sanità, dirigenza medica, tecnici ed infermieri professionali, derivanti da scorrimenti di graduatorie concorsuali, stabilizzazioni del personale, concorsi indetti dall’Azienda o di bacino e da mobilità regionali o interregionali, riducendo il ricorso al tempo determinato, dando stabilità al personale e contribuendo a migliorare l’organizzazione delle attività dei reparti ospedalieri grazie allo sblocco delle assunzioni determinato dalla Regione.

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *