Noto, aggredirono 2 militanti di Casa Pound: medico con moglie e figlio a giudizio

Il gup del Tribunale di Siracusa ha rinviato a giudizio un medico ed ex consigliere comunale del PD di Noto, la moglie e il figlio, F.V., perché ritenuti responsabili di un’aggressione davanti a uno dei seggi elettorali. I tre dovranno comparire dinnanzi al Giudice monocratico per l’udienza del 22 maggio e rispondere del reato di minacce in concorso.

L’episodio è avvenuto il 26 maggio dello scorso anno. I tre imputati, giungendo ad un seggio elettorale avrebbero proferito minacce nei confronti di due donne, di cui una in stato di gravidanza, presenti al seggio come rappresentanti della lista di CasaPound Italia – Destre Unite. Le due donne hanno sporto denuncia al locale commissariato di pubblica sicurezza.

Le due rappresentanti di lista hanno assistito a una discussione tra un noto medico netino, ex consigliere comunale, e una signora in procinto di esprimere il proprio voto. Alla risposta sincera della donna “Voto CasaPound”, l’imputato avrebbe avuto una reazione violenta che lo induceva a profferire gravi epiteti nei confronti del Movimento Politico. Nel tentativo di far impedire che il silenzio elettorale venisse violato, le due militanti di CasaPound sarebbero state aggredite, anche dalla moglie e dal figlio con frasi e slogan in perfetto stile anni sessanta, per poi passare alle minacce di morte. Le militanti, per evitare che la lite potesse degenerare in ulteriore violenza, si sono allontanate.

Le testimonianze verbali dei presenti e la documentazione video acquisita hanno indotto il giudice ad accogliere la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal rappresentante della pubblica accusa.

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *