La Siulp, a Siracusa carenza di dispositivi di sicurezza per i poliziotti

La Segreteria Provinciale del Siulp di Siracusa, maggior sindacato del Comparto sicurezza, denuncia la gravissima carenza dei dispositivi di sicurezza personali in dotazione alle Poliziotte ed ai Poliziotti in servizio nella provincia aretusea.

Le scorte a disposizione dell’Ufficio Sanitario della Questura sono quasi del tutto terminate e, forse, nella giornata di giovedì prossimo arriveranno pochissime altre mascherine, assolutamente insufficienti al fabbisogno degli operatori di Polizia di questa provincia.

“Ci chiediamo quanto dobbiamo ancora pagare in termini di sacrifici l’endemica carenza di mezzi e di risorse causata da una politica dei tagli messa in atto dai governi nazionali di tutti i colori politici.

Abbiamo visto arrivare in Sicilia grossi quantitativi di mascherine di cui, al momento, non abbiamo notizia.

Dopo gli operatori sanitari, che sono i veri eroi di questa guerra al virus, i Poliziotti sono quelli che stanno soffrendo di più le mancanze di strumenti e di organizzazione. Da oltre 10 giorni stiamo aspettando i risultati di alcuni tamponi effettuati a Poliziotti.

Spero che la politica reagisca ed in fretta, colmando quel gap organizzativo che ancora contraddistingue questa emergenza sanitaria. Avevamo un vantaggio rispetto ad altri paesi, potevamo approfittarne, invece lo abbiamo dilapidato ed ora dobbiamo correre”, dichiara Tommaso Bellavia, Segretario Provinciale del Siulp Siracusa.

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *