Emergenza Coronavirus, cresce e si rafforza a Canicattini la rete solidale

Emergenza Coronavirus, cresce e si rafforza a Canicattini Bagni la rete solidale identitaria di una comunità che guarda fiduciosa al futuro

Momenti difficili quelli a cui l’emergenza Coronavirus sta sottoponendo le comunità per cui diventa necessario stringersi e costruire reti solidali per affrontare tutte le criticità che questo triste evento porta con se, ad iniziare da quelle sanitarie, economiche e sociali.

Questo il messaggio che unitariamente nei giorni scorsi Amministrazione e Consiglio comunale di Canicattini Bagni hanno voluto lanciare alla cittadinanza che, impegnandosi al rispetto delle misure di prevenzione per il contenimento del contagio, ne ha colto il senso, attivando nel contempo, attraverso le sue realtà associative e produttive, anche iniziative di solidarietà per tutti coloro che l’emergenza sta mettendo a dura prova e in ginocchio.

Iniziative che vanno dal mettersi a disposizione per garantire servizi di assistenza, come quello dei volontari del Gruppo comunale di Protezione Civile che, coordinati sempre dalle strutture del Comune, e in questo momento dal COC, il Centro Operativo Comunale, provvedono a consegnare spesa e farmaci a chi è solo o gli è impedito uscire di casa, perché magari in isolamento o quarantena, e non gode di una rete familiare e amicale.

O lodevoli iniziative come quelle del “Friends’ Club” e delle due Compagnie teatrali della città, “Le Maschere” e il “Sipario”, che si sono messe a disposizione della Protezione Civile per sostenere particolari esigenze in questo difficile momento.

O come lo studio fotografico “diciottoventisei” che gira all’Asp di Siracusa le donazione dei clienti che prenotano la sessione “fine-art”.

E così le attività commerciali, le farmacie e le parafarmacie della città che attuano “La Spesa Sospesa”, e tante altre realtà che operano nel silenzio.

Una rete solidale che cresce di giorno in giorno e che si rapporta e interloquisce con il Sindaco e l’Amministrazione comunale, che ringraziano tutti, per fare sentire vicino a tutti i cittadini, in particolare ai più bisognosi in questa fase dell’emergenza, tutto il calore della comunità.

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *